La Storia

 La Storia Dell’Alta Marca Trevigiana

L’Alta Marca Trevigiana è la parte settentrionale della Marca Trevigiana, e comprende i Comuni di: Castelcucco, Cison di Valmarino, Colle Umberto, Cordignano, Farra di Soligo, Fregona, Maser, Miane, Montebelluna, Moriago della Battaglia, Pieve di Soligo, Possagno, Refrontolo, Revine Lago, San Zenone degli Ezzelini, Segusino, Sernaglia della Battaglia, Tarzo, Valdobbiadene, Vidor, Vittorio Veneto.

Paesaggio-Altamarca

Per sapere la storia dell’Alta Marca Trevigiana bisogna ripercorre i passi che hanno creato la Marca Trevigiana. Millenni di storia hanno lasciato tracce indelebili lungo tutto il suo territorio.

Anche se mai esistette un vero e proprio marchesato di Treviso (durante il Sacro Romano Impero), la definizione storica di “Marca gioiosa et amorosa”, fu assegnata a questo territorio circa nel 1200 quando Treviso ampliò il proprio dominio a danno dei feudatari Da Camino e dei vescovi di Conegliano. Così la Marca trevigiana si abbellì di sontuosi monumenti, fu prospera e gaia, ospitale a poeti e trovatori e tenne feste cavalleresche tanto da meritarsi, durante questo periodo fiorente e vivace dal punto di vista politico ed economico, il sopracitato nome.

La definizione dei sui confini si trova in un verso leonino del XII secolo “Monti, Musoni, Ponto Dominorque Naoni” che significa: dai monti del bellunese alle lagune venete e dal fiume Musone che si trova nei pressi di Castelfranco Veneto e che comprendeva il territorio esteso fino al fiume Noncello, che scorre nei pressi di Pordenone.

La Marca Trevigiana è una terra di storia e di cultura, vanta un patrimonio artistico e culturale di inestimabile valore che comincia dai Paleoveneti di epoca preistorica ed arriva ai nostri tempi. Un tesoro che comprende – tra le altre cose – antiche testimonianze della dominazione romana, con un importante asse di collegamento come la Via Claudia Augusta che taglia la Marca da sud a nord. Conserva il ricordo dei grandi feudi di epoca medievale nelle  rocche e castelli che rimandano a un’età segnata dai nomi delle grandi famiglie come gli Ezzelini, i da Camino, i da Carrara, i  Brandolini e i Collalto.

Ma soprattutto è rimasto tutto quanto di bello ha lasciato la Repubblica Serenissima – che in queste terre, specie sul Cansiglio, non a caso conosciuto come il “bosco della Serenissima“, si procurava il legname necessario per la costruzione della potente flotta che per secoli ha dominato il Mediterraneo. Con i suoi mille anni di storia, Venezia ha arricchito la Marca di opere d’arte e di magnifiche ville.

Ed infine si possono riscoprire i luoghi che hanno fatto da scenario ai tragici ed eroici eventi della Prima Guerra Mondiale: la cima del Grappa, il Montello ed il Piave – fiume sacro alla Patria, e il tragico conflitto conclusosi con la battaglia finale di Vittorio Veneto. Memorie di un’epopea che ha segnato il destino di generazioni di uomini ed il corso della storia di tutto il mondo.